RITENZIONE Idrica. Cause e RIMEDI.

TESSUTI poco elastici, GONFI,
che rimangono di colore bianco quando si preme con il dito, indicano uno stato
di RITENZIONE IDRICA.

Se, rispetto a questo stadio,
la MICROCIRCOLAZIONE SANGUIGNA
continua a esser compromessa, il tessuto si “INGOLFA” del tutto
e COMPARE la CELLULITE. 

Il sodio aumenta
la RITENZIONE idrica
ed è presente in molti cibi, dunque una MAGGIORE INTRODUZIONE di CALORIE
può portare a ritenzione.

Sono da RIDURRE
carboidrati raffinati,
dolci e alcool. 

Vanno LIMITATI anche
gli alimenti che portano
ad un RISTAGNO
del SISTEMA LINFATICO: 
latticini, farina bianca,
grassi saturi derivanti
da carne, burro e insaccati,
che ACCENTUANO
la pesantezza alle gambe.

MUOVERSI  
è l’imperativo categorico
per RIDURRE
la ritenzione idrica.

Ci vuole un ESERCIZIO mirato
che sostenga
L’ELIMINAZIONE delle tossine.

Via libera a pressoterapia 
e MASSAGGI LINFATICI  
eseguiti da mani esperte.

mass_FranCos ❤️ #viastress #viadolori #viacellulite #MaiComePrima

#ritenzioneidrica #addio #snella #sgonfia #massaggioemolinfatico #drenante #leggera #bellacomenonmai #massaggioconilcuore ❤

#OtzukA_SBT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.