RITENZIONE Idrica. Cause e RIMEDI.

TESSUTI poco elastici, GONFI,
che rimangono di colore bianco quando si preme con il dito, indicano uno stato
di RITENZIONE IDRICA.

Se, rispetto a questo stadio,
la MICROCIRCOLAZIONE SANGUIGNA
continua a esser compromessa, il tessuto si “INGOLFA” del tutto
e COMPARE la CELLULITE. 

Il sodio aumenta
la RITENZIONE idrica
ed è presente in molti cibi, dunque una MAGGIORE INTRODUZIONE di CALORIE
può portare a ritenzione.

Sono da RIDURRE
carboidrati raffinati,
dolci e alcool. 

Vanno LIMITATI anche
gli alimenti che portano
ad un RISTAGNO
del SISTEMA LINFATICO: 
latticini, farina bianca,
grassi saturi derivanti
da carne, burro e insaccati,
che ACCENTUANO
la pesantezza alle gambe.

MUOVERSI  
è l’imperativo categorico
per RIDURRE
la ritenzione idrica.

Ci vuole un ESERCIZIO mirato
che sostenga
L’ELIMINAZIONE delle tossine.

Via libera a pressoterapia 
e MASSAGGI LINFATICI  
eseguiti da mani esperte.

mass_FranCos ❤️ #viastress #viadolori #viacellulite #MaiComePrima

#ritenzioneidrica #addio #snella #sgonfia #massaggioemolinfatico #drenante #leggera #bellacomenonmai #massaggioconilcuore ❤

#OtzukA_SBT

Il Potere di GUARIGIONE di Un Buon MASSAGGIO

Quanto ci sentiamo bene a stare vicini gli uni agli altri?

Non è solo un effetto placebo, infatti evidenze scientifiche dimostrano

che il contatto fisico ha svariati effetti benefici sulla salute.

Ma com’è possibile che un Massaggio possa sciogliere blocchi emotivi,

aprire nuovi spazi comunicativi, aiutare il rilassamento,

alleviare lo stress e innalzare le difese immunitarie?

I ricercatori stanno studiando come ciò avviene

e come il contatto fisico metta in gioco delle energie sensibili

e delle risposte biologiche che portano

a notevoli e importanti benefici per la salute.

Oggi il termine “contatto” viene usato principalmente

per definire una nuova voce da inserire in rubrica

anziché per indicare una vera e propria interazione fisica tra due persone!

La nostra cultura è sempre più propensa al contatto virtuale

a discapito del contatto fisico,

stiamo perdendo tutti i vantaggi dell’interazione fisica regolare

con le altre persone, partner e figli compresi.

A causa dello stile di vita a cui siamo abituati possiamo passare molte ore, spesso anche alcuni giorni senza contatto fisico.

Ciò può avere un impatto molto negativo sulla nostra salute,

molto più di quello che possiamo immaginare.

Il potere curativo del contatto è estremamente importante per la nostra vita, Quando veniamo Massaggiati, le terminazioni nervose della pelle

inviano dei messaggi al cervello,

alla stessa maniera di come si percepisce il calore o il dolore,

quando veniamo toccati da un’altra persona,

i messaggi inviati al cervello si tradurranno

in sentimenti di sicurezza, felicità e benessere.

Il contatto fisico ha delle implicazioni molto importanti per la nostra salute,

e non deve essere un lusso da concedersi una tantum al centro benessere.

Il contatto fisico gioca un ruolo fondamentale innanzitutto per il potenziamento del nostro sistema immunitario e per il benessere del sistema nervoso.

I Benefici del contatto fisico:

Abbassa la pressione sanguigna e regolarizza la frequenza cardiaca ;

Il rilassamento indotto dal Massaggio favorisce un grande rilassamento

sia fisiologico che psicologico, innescando così una reazione a catena

di risvolti positivi per la salute del sistema cardiovascolare,

si avrà di conseguenza un ripristino della frequenza cardiaca

ed anche la regolarizzazione della pressione,

piaga che coinvolge oltre il 60% della popolazione adulta Europea.

Rinforza il sistema immunitario;

Diversi studi confermano l’effetto terapeutico del Massaggio

sul sistema immunitario,

il Massaggio stimola il sistema immunitario,

aumenta il numero delle nostre cellule e dei linfociti,

il Massaggio terapeutico può avere un enorme valore

nel trattamento di patologie con immunodeficienze.

Contrasta la depressione e riduce lo stato di ansia,

aumentando la quantità del contatto fisico possiamo sfruttare

gli effetti straordinari della serotonina e dell’ossitocina,

ormoni strettamente collegati alla salute psichica

che riducono l’ansia e promuovono un senso generale di benessere

inoltre avremo anche una importante diminuzione del cortisolo,

il principale ormone correlato allo stress.

Favorisce la tolleranza al dolore;

Numerosi studi hanno dimostrato come il Massaggio

sia un’ottima terapia per contrastare il dolore,

la terapia del Massaggio è da anni utilizzata per alleviare

e contrastare dolori fisici acuti in patologie molto gravi

come il cancro,

la terapia del Massaggio è approdata in diversi ospedali

ad affiancare le cure farmacologiche,

è dimostrato che il Massaggio inibisce il dolore, la nausea e la stanchezza correlati alle cure chemioterapiche.

Aiuta nella cura di patologie cutanee croniche;

Studi dimostrano che il Massaggio può essere

una importante terapia complementare per curare

sia gli aspetti fisici che psicologici di condizioni cutanee croniche

come prurito ed eczema.

Favorisce il sonno;

Un Massaggio rilassante concilia il riposo

rendendo il corpo più pronto al riequilibrio energetico

che avviene durante le ore di sonno.

Favorisce il rilassamento muscolare;

Massaggiare il corpo aiuta a decontrarre e distendere muscoli e tensioni,

molto importante anche dopo l’attività fisica

e per ripristinare le energie dopo giornate molto impegnative

sia sul piano fisico che sul piano mentale.

Stimola la produzione di calcio e favorisce il benessere delle articolazioni;

Una costante terapia di Massaggio aiuta la rimineralizzazione delle ossa

e favorisce il benessere articolare, inibendo le varie problematiche

correlate alla degenerazione cellulare e all’osteoporosi.

Promuove il benessere generale;

Il contatto fisico fa rilasciare ossitocina chiamata anche “ormone dell’amore”

in quanto stimola il desiderio sessuale, l’affettività e l’empatia.

Aiuta le relazioni;

Sebbene gli effetti fisiologici del tocco non siano ancora pienamente compresi, molti studi confermano che il contatto favorisce i legami sociali

e aumenta i comportamenti cooperativi.

Adoperate il potere di guarigione del contatto fisico.

Praticate almeno un Massaggio a settimana.

Un Massaggio è un’esperienza sensoriale unica,

un momento magicamente rilassante sia per chi lo riceve

ma anche per chi offre il Massaggio!

Godetevi gli innumerevoli benefici del contatto fisico sul vostro corpo

e sulla vostra mente.

Non abbiate paura di chiedere un Massaggio,

il corpo e la mente ne hanno un estremo bisogno.

Sembra incredibile

ma un Massaggio può fare tutto questo!

Ci si sente subito bene, calmi e rilassati.

#mass_FranCos

Puoi Avere una Pancia Piatta.

Già in una settimana ti sgonfi e dimagrisci.

Se è diventato un problema la pancia gonfia, prova questo regime alimentare

per perdere peso, eliminare i gas e dimagrire.

Puoi sgonfiarti in una settimana e dimagrire, mangiando i cibi giusti.

La pancia gonfia è un problema che preoccupa moltissime donne,

messe alla prova dal gonfiore addominale causato da un’alimentazione sbagliata.

Per ottenere un ventre piatto e perfetto basta rispettare poche semplici regole,

puntando su alimenti anti-gonfiore, con pochissimi grassi e calorie.

Per prima cosa è necessario eliminare alcuni cibi,

in particolare quelli che creano fermentazione e gas, ma anche ritenzione idrica.

Sono da evitare gli insaccati e tutti i salumi,

gli unici consentiti sono quelli di tacchino e di pollo.

Sono banditi anche gli yogurt e i formaggi fermentati, il junk food,

come hamburger e patatine fritte.

Eliminate anche tutti gli alimenti con il lievito, come la pizza e i prodotti da forno,

e le verdure che potrebbero aumentare il gas al livello intestinale,

come i peperoni, i pomodori maturi e i cavoli.

A tavola non mangiate formaggi molli acidi, come la ricotta e lo stracchino,

le bibite gassate, responsabili del meteorismo, i legumi e le gomme da masticare,

che favoriscono l’ingestione dell’aria, generando gonfiore.

Sono invece consentiti tutti i tipi di carne bianca, come coniglio, pollo e tacchino,

ma anche le verdure ricche di fibre, come gli asparagi,

che rappresentano un diuretico naturale,

il finocchio, che possiede proprietà stimolanti per lo stomaco.

Largo spazio alla frutta ricca d’acqua, con poche calorie e poco zucchero,

come l’anguria, le mele, le pere, l’ananas, il pompelmo e i kiwi.

Per sgonfiare la pancia sono perfetti anche i cereali integrali,

che possiedono un alto potere saziante e riattivano il funzionamento dell’intestino.

Infine largo spazio ai liquidi, che possiedono un effetto drenante e anti-cellulite.

Optate per il tè verde, le centrifughe di frutta e verdura, gli smotthies e le tisane.

Una, o meglio ancora,Due volte a settimana,FATEVI MASSAGGIARE.

Un Buon MASSAGGIO Emolinfatico

Aiuterà il vostro corpo a smaltire tutti i liquidi in eccesso,

Sgonfiando non solo la pancia , ma tutto il corpo .

Francesco

#mass_FranCos

fonte:diLei

I BENEFICI DEL MASSAGGIO PER GLI APPARATI DEL TUO CORPO

I benefici del Massaggio per gli apparati del corpo umano :

 

Ogni sistema del nostro corpo riceve degli effetti benefici da un massaggio,

direttamente o indirettamente. .

 

Vediamo il Sistema muscolare :

Alcune manovre di massaggio rilassano e allungano i muscoli,

riducendo la tensione e i crampi.

Il Massaggio rende anche i muscoli più flessibili, riducendo contratture e rigidità.

Un muscolo affaticato da un prolungato esercizio fisico

riceve un maggiore beneficio da un massaggio, che dal riposo.

Come certamente saprai, molte emozioni vengono “trattenute” nei muscoli,

provocando tensioni e contrazioni.

Con un buon Massaggio si riescono a sciogliere i blocchi muscolari,

responsabili di rigidità e stanchezza.PER GLI APPARATI DEL TUO CORPO Leggi tutto “I BENEFICI DEL MASSAGGIO PER GLI APPARATI DEL TUO CORPO”

I Benefici dell’Acqua di Mare alle Gambe

L’acqua di mare ed i benefici alle gambe.

Con l’arrivo della stagione estiva,
si va spesso incontro
a problemi di gonfiore alle gambe.
Rimanendo a lungo immersi nell’acqua di mare, è però possibile ridurre questo disturbo.

Anche se esistono dei rimedi
per ridurre il disturbo
non esiste momento migliore come questo
per combatterlo in modo naturale.

Si può infatti approfittare
dell’avvicinarsi delle belle giornate
per sfruttare gli effetti benefici
dell’acqua di mare.

Basta farsi una passeggiata sul bagnasciuga
o semplicemente tenere le gambe
immerse per qualche minuto
per provare immediatamente
un incredibile sollievo.

L’acqua di mare è ricca
di magnesio, zinco, sodio, potassio, rame, ferro, bromo, calcio, fosforo e iodio,
ha un forte potere drenante e,
essendo una soluzione salina,
è capace di attirare all’esterno
i liquidi in eccesso,
bloccati tra i tessuti cutanei.

E’ proprio per questo che riesce a combattere anche uno dei problemi più temuti dalle donne, quello della pelle a buccia d’arancia.

L’acqua di mare riduce infatti la cellulite, eliminando i liquidi ristagnanti.

Come se non bastasse, nutre le cellule, favorisce l’ eliminazione delle tossine,
stimola le naturali difese dell’organismo.

Insomma, è un vero e proprio toccasana
per la salute delle gambe e dell’intero corpo.

Quando potrete godervi
qualche giornata in spiaggia,
fareste bene a rimanere a lungo
immerse nell’acqua.

Le vostre gambe ne usciranno rinate e,
chissà, potreste anche ridurre
i dolori reumatici e muscolari
e lo stress accumulato
durante le intense giornate .

Associate questo con dei Massaggi
fatti con Passione e Cuore
ed i risultati saranno stupefacenti!!!

+—————————-

#mass_FranCos

Francesco

il Mal di Testa.

Il mal di testa, soprattutto se persistente, può condizionare pesantemente

le nostre giornate.

Come trattare il mal di testa attraverso una delle terapie alternative più antiche:

La digitopressione.

È una tecnica di massaggio (o semplicemente di pressione)

di alcuni punti del nostro corpo, gli stessi che vengono stimolati

con l’agopuntura.

A differenza di quest’ultima, però,

le parti sono stimolate attraverso le dita,

con movimenti leggeri ma efficaci.

Ogni punto di pressione deve essere premuto con due dita,

di solito l’indice e il medio.

In alcune parti del corpo, tuttavia, è più indicato utilizzare solo il pollice.

Le pressioni vanno esercitate con il polpastrello in modo fermo e graduale,

ma senza provocare una sensazione di dolore.

Punti di pressione da stimolare per far andare via mal di testa e stress.

GB-20 (Fengchi)

Situato nella parte posteriore della testa, alla base del cranio,

questo punto di pressione aiuta ad alleviare

il mal di testa accompagnato a vertigini e vista annebbiata.

Fate scorrere gli indici alla base del cranio e spostateli verso l’esterno

fino a toccare un incavo più morbido.

Massaggiate esercitando una leggera pressione

effettuando dei movimenti circolari.

#mass_FranCos

55Condivisioni: 3Mi piaceCommentaCondividi

55Condivisioni: 3Mi piaceCommentaCondividi

Ogni Donna è UNICA !

Ogni donna è unica,  qualcosa però le accomuna: la cellulite interessa 4 donne su 5, senza risparmiare nemmeno le magre!
I Morfotipi sono caratteri fisici ricorrenti, che rappresentano  le più diffuse forme  del corpo femminile:

ad ognuna,corrispondono diverse zone di accumulo lipidico  e differenti tipologie di inestetismi cutanei, 


TIPI DI INESTETISMI:CELLULITE EDEMATOSA = GONFIORE

Stadio iniziale, in cui domina la ritenzione idrica e uno stato generale  di gonfiore.  Pelle “a buccia d’arancia”.

CELLULITE ADIPOSA = ACCUMULO DI ADIPE:
Stadio avanzato, caratterizzato da un’anomala attività dei fibroblasti, degli adipociti  ed un microcircolo significativamente alterato.  La pelle si manifesta con l’aspetto a “materasso”.


ATONIA = PERDITA DI TONO:
Spesso accompagna i due stadi precedenti, ma può anche manifestarsi senza la cellulite. Comporta una ridotta elasticità e compattezza della pelle. 


Morfotipo RETTANGOLARE 


FORMA del CORPO: torace piccolo, spalle cadenti

ACCUMULO: non accumula facilmente. Cellulite edematosa a livello delle ginocchia.


PROBLEMA PRINCIPALE: Cellulite edematosa. Con l’avanzare dell’età, perdita di tono.


ESEMPIO DI DIETA: Prediligere un’alimentazione iperproteica senza latticini e zuccheri.
COLAZIONE: Uova , salmone o bresaola e pane integrale .
BREAK: Noci . 
PRANZO: Insalata di cereali integrali con carne o soia o seitan. 
BREAK: Insalata di frutta .
CENA: Carne, legumi o pesce con verdura.
Di grande aiuto Mangiare ad orari regolari ,Fare esercizi di respirazione quotidiani.


2 volte a settimana FARSI Massaggiare

per elasticizzare i tessuti ed attenuare smagliature localizzate,per rinnovare la cute per detossinare e sgonfiare la silhouette.

Morfotipo TONDO


FORMA del CORPO: 
gambe e braccia magre, spalle larghe, seno abbondante


ACCUMULO: addome e parte alta.


PROBLEMA PRINCIPALE : Cellulite adiposa. Con l’avanzare dell’età, perdita di tono.


ESEMPIO DI DIETA:  Scegli proteine al mattino e a pranzo. Carboidrati alla sera per favorire il riposo notturno.


COLAZIONE: Frittata con albumi.
BREAK: Mandorle . 
PRANZO: Pesce (salmone o sgombro) o soia o seitan con verdura .
BREAK: Frutta e yogurt .
CENA: Insalata di cereali con verdure o pasta integrale con verdure.


Ottimo sarebbe Rallentare i ritmi e il volume di lavoro.Scegliere discipline di auto-consapevolezza, come lo yoga, thai chi, pilates.


Tre volte a settimana FARSI Massaggiare

per un azione snellente, per elasticizzare i tessuti,per attenuare le smagliature, per rinnovare la cute 

Morfotipo ELLITTICO


FORMA del CORPO:  vita stretta, fianchi e spalle larghe.


ACCUMULO ADIPOSO: fianchi, pancia, gambe. 

PROBLEMA PRINCIPALE:
Cellulite edematosa. Con l’avanzare dell’età, perdita di tono.


ESEMPIO DI DIETA  Cercare il perfetto bilanciamento tra i 3 nutrienti (carboidrati, lipidi, proteine).
COLAZIONE: Avena con frutta secca e latte vegetale.
BREAK: Frutta e yogurt greco .
PRANZO: Pasta integrale o cereali con verdura .  
BREAK: Panino integrale con bresaola .
CENA: Carne, pesce, soia o seitan con verdura e pane integrale.


Molto utile ed efficace Dedicars iun po’ di tempo in solitudine. Non pretendere troppo da te stessa!

 Due volte a settimana FARSI Massaggiare

per azione drenante, per elasticizzare i tessuti, per ridurre smagliature, per ridurre gli accumuli, per rinnovare la cute.

Morfotipo TRIANGOLARE


FORMA del CORPO:  vita stretta, fianchi larghi, spalle strette.


ACCUMULO:  glutei e gambe. Cellulite edematosa e adiposa.


PROBLEMA PRINCIPALE: Cellulite edematosa ed adiposa. Con l’avanzare dell’età, perdita di tono.


ESEMPIO DI DIETA:  Frutta e verdura durante il giorno. Carboidrati e proteine la sera.
COLAZIONE :Porridge di avena o pane integrale con marmellata.
BREAK :Noci.
PRANZO:Insalata di cereali con pollo e verdura . 
BREAK:Insalata di frutta. 
CENA:Insalata di legumi e verdure.

Eccellente sarebbe Partecipare ad eventi sociali e stare in compagnia, Cantare o scegliere un’ attività nel tempo libero che ti permetta di sfogarti!


2 volte a Settimana FARSI Massaggiare

per elasticizzare i tessuti per ridurre la cellulite,per tonificare il corpo ed alzare il morale.

* La classificazione è basata sullo studio del Dottor Gualerzi Dieta SuperSalute 2016.

Se Vuoi Accellerare i tempi di riequilibrio ….

Il Massaggio è l’arte più efficace e veloce

per riequilibrarti nel caso di eccessi dei tuoi elementi costitutivi.

Devi però sapere che per ottenere benefici duraturi

che ti consentano di vivere veramente una vita piena, serena, felice,

Dovrai seguire una serie di trattamenti Altamente Personalizzati.

Naturalmente già dal primo massaggio potrai percepire i benefici.

Ti sentirai più rilassata/o, meno contratta/o

e migliorerà la qualità del tuo sonno che sarà più profondo

Aiutandoti a recuperare velocemente le Energie .

Ti assicuro che potrai sperimentare tu stessa/o

Fin da subito Tutto Questo.

Se vuoi che questi benefici siano duraturi

e ti consentano di riequilibrare il tuo stato psico-fisico,

dovrai fare un trattamento a settimana per 2/3 mesi.

In caso contrario avrai sperimentato

Come Tu possa sentirti decisamente Meno ansiosa/o

in tensione e contratta/o in modo naturale

ma gli effetti si esauriranno nell’arco di pochi giorni.

Se riuscirai a fare due trattamenti a settimana

In poco più di un mese potrai radicalmente sentirti un’altra persona.

Tutto questo richiede una attenta programmazione da parte mia.

Mi chiamo Francesco Costantini

e come avrai capito mi occupo di Benessere Naturale..

Mi sono affacciato a questo mondo tempo fa

non lo feci per lavoro

Cercavo un modo per Stare Bene e

Capire come farlo in Modo Naturale.

Ho viaggiato molto in Oriente

Dove la cultura del Massaggio è meravigliosa

ho provato Massaggi da mani sapienti

ho letto testi molto interessanti

ed infine

dopo aver sperimentato su Me stesso

tutti i consigli e le indicazioni trovate nei libri

Ho deciso di mettere queste Mie conoscenze a disposizione di Tutti

e farne un lavoro.

Puoi vivere una Vita serena

ritrovando la Tua sicurezza liberandoti dall’ansia

dalle tensioni e dalla paura con metodo naturale

Senza utilizzo di farmaci o macchine Falsamente Miracolose.

Se vuoi Accellerare i tempi di riequilibrio

e Sentirti Energica/o in un corpo Senza età in poco più di Un mese

lasciando a bocca aperta i tuoi familiari ed i tuoi amici

chiamami al 3294487827

o mandami un messaggio su WhatsApp

Ti contatterò entro 24/48 ore.

L’attività Fisica: Medicina NATURALE.

L’attività Fisica:
Medicina NATURALE.

“CAMMINATE e ANDATE in bici”

Così si RIDUCE
il rischio infarto
e L’attività fisica
assume sempre
più IMPORTANZA.

Tanto che
si definisce
come un vero e proprio
farmaco.

Esageriamo?

«No,
la denominazione
è più che giusta
perché attualmente
l’attività FISICO-MOTORIA
si può considerare
come un vero e proprio
farmaco
tra l’altro a BUON MERCATO
perché può arrivare
a costare
quasi NULLA,
bastano
un buon paio di scarpe comode
e una maglietta.

Ma in ambito di prevenzione
di numerose patologie
è estremamente importante».

Distinguiamo l’attività fisica
dallo sport
non agonistico
e agonistico.

«L’attività fisica
è tutto ciò che è movimento,
dall’usare meno l’auto
o i mezzi pubblici,
dal fare le scale
invece di prendere l’ascensore,
andare a scuola
o al lavoro
a piedi o in bicicletta.

Lo sport invece
non sarà agonistico
se non partecipiamo
a campionati
o iniziative ufficiali
e regolamentate,
tipo la partita di tennis
con l’amico
o il calcetto di sempre.

All’opposto
si parlerà di attività agonistica.

I rischi cardiologici, traumatologici
sono più o meno gli stessi,
se non più seri
durante attività non agonistiche
perché si tratta
spesso
di soggetti
non adeguatamente preparati, seguiti e studiati».

In Italia come siamo messi?

«Circa il 60% della popolazione dai 15 anni in su
non pratica
nessuna attività sportiva
e le statistiche dicono
che la percentuale di sedentari
è in aumento;

ad esempio in Svezia
solo il 9% della popolazione
non svolgerebbe
alcuna attività motoria
o sportiva.

In Italia sono quindi in aumento le malattie croniche
con costi sociali e sanitari».

Quanto è importante lo sport nella fase dell’ adolescenza?

«E’ estremamente importante
in primo luogo
per favorire
una crescita corporea armoniosa.

Poi aumenta
l’agilità e la forza,
migliora l’autostima,
favorisce l’apprendimento,
riduce l’ansia.

E spero che contribuisca anche ad allontanare un poco
i nostri figli
dall’uso sconsiderato
dei telefonini
e dai pericoli tipo
droghe ed abuso di alcolici».

Quale e quanta attività fisica
e sportiva va fatta?

«I dati non sono univoci.

Intanto è già qualcosa
se si abbandona la poltrona:
poi ognuno farà
quel che si sente.

I cardiologi parlano da tempo
di 10.000 passi al giorno
che equivalgono a circa
3-4 chilometri.

Io aggiungerei
con passo un po’ svelto,
non lento.

In alternativa
si possono usare la cyclette
o i tappeti mobili
o fare i giri in bicicletta
di 10-15 minuti al dì».

Quali sono i benefici
dell’attività fisica?

«Sono veramente tanti.

Raggiungere
e mantenere il peso ideale,
ma questo influirà
anche sul controllo
della pressione arteriosa
che a cascata
ridurrà il rischio
di malattie
come ictus e infarto.

Ma poi muovendosi di più
si riduce il rischio
del diabete
e i diabetici
vedranno ridursi
i propri valori,
come i dislipemici
vedranno abbassarsi
il colesterolo e i trigliceridi,
aumenta il colesterolo HDL
o buono,
cala il cattivo o LDL.

Aumenta il tono muscolare
e diminuirà
la «pancetta»
tanto importante
per i problemi che può dare
in ambito cardiologico
ma non solo
avendo un ruolo pro-infiammatorio.

Migliora
la capacità ventilatoria
dei polmoni
e l’ossigenazione dei tessuti.
E sono solo alcuni dei benefici».


#mass_FranCos 🎩 ❤

fonte R.d.C.
Dottor Vittorio Tromellini

Buone Notizie per l’Artrosi

Da oggi
una sola infiltrazione l’anno
per osteoartrosi.

L’acido ialuronico,
oltre che
in campo estetico,
per spianare le rughe
o per avere
labbra meno sottili,
viene utilizzato anche
in campo ortopedico
per il trattamento dell’osteoartrosi,
una patologia degenerativa
a carico della cartilagine
delle articolazioni
(come il ginocchio
e l’anca),
che rende
i normali movimenti
di tutti i giorni
spesso assai dolorosi.

Se ne è parlato
a Napoli,
nell’ambito del 101°
Congresso della SOTIMI

(Società di Ortopedia
e Traumatologia dell’Italia Meridionale
e Insulare),

con la presentazione
di un acido ialuronico
di nuova concezione,
che consente di eliminare
il dolore
con una sola applicazione.

Una vera rivoluzione,
resa possibile
dall’innovativa tecnologia
NASHA,
che per la prima volta consente di stabilizzare un acido ialuronico
identico a quello
normalmente presente
nella cavità articolare.

Nel nostro paese
sono circa 7 milioni
le persone,
per la maggior parte donne,
costrette ogni giorno
a convivere
con la dolorosa realtà dell’artrosi,
la cui origine
è da attribuirsi
a diversi fattori.

In primo luogo all’età,
poiché
la cartilagine articolare
si deteriora con gli anni.

In secondo luogo all’eccessivo carico,
che può verificarsi
in persone obese
oppure a seguito
di un’attività sportiva
troppo intensa.

L’osteoartrosi
è la seconda causa
di invalidità
e responsabile
del 27% delle pensioni
di invalidità
e può manifestarsi
anche in giovane età,
specie nel genere femminile.

Si tratta
di una patologia grave,
che deve
essere affrontata tempestivamente.

“ Se l’osteoartrosi
non viene gestita correttamente

– afferma
il Prof.
Gianfranco Tajana,
Ordinario di Istologia
ed Embriologia
alla Facoltà di Medicina dell’Università
di Salerno –

nel giro di 5 anni
il paziente va incontro
a una riduzione
della capacità lavorativa
fino al 40%,

in 10 anni
il 50%
è costretto
ad abbandonare
il posto di lavoro
e in capo a 20 anni,
nel 10% dei casi,
diventa
clinicamente disabile”.

“Il problema è
che la malattia
viene in genere curata
solo per il sintomo,
cioè il dolore

– sostiene
il Prof. Tajana. –

Ma questo approccio,
che si avvale
di farmaci antidolorifici
e antinfiammatori,
come i FANS,
oltre a non intervenire
sulla causa,
comporta
una serie di problemi
legati agli effetti indesiderati
di quei farmaci.

Con conseguenze
anche economiche estremamente onerose,
se si pensa che
il costo sociale medio dell’artrosi
è di circa 7.000 € l’anno
per paziente”.

Come raccomandato
dalle Società scientifiche internazionali,
la soluzione ottimale
per trattare l’osteoartrosi
non si basa
sull’uso
di farmaci antidolorifici,
ma è rappresentata
dall’infiltrazione intra-articolare
di acido ialuronico,
per ripristinare
le proprietà lubrificanti
ed elastiche
(c.d.visco-elasticità)
del liquido sinoviale
che la malattia
ha compromesso.

Gli spazi
all’interno
di un’articolazione
come quella
del ginocchio
sono riempiti
dal liquido sinoviale,
che svolge
importanti funzioni meccaniche
di lubrificazione
e protezione
dei tessuti articolari
ed è composto
in larga parte da acqua, proteine
e da glicosamminoglicani,
tra cui sopratutto
l’acido ialuronico.

Quest’ultimo
importante elemento
lubrifica e assorbe
gli shock
generati dal movimento.

Le proprietà meccaniche
del liquido sinoviale
sono
strettamente correlate
alle caratteristiche
dell’acido ialuronico,
in particolare
al suo peso molecolare,
cioè alla sua massa,
la quale è determinata
dalla somma
dei pesi atomici
di tutti gli atomi
che la costituiscono.

Se non è danneggiato
da invecchiamento
o da patologie,
l’acido ialuronico
normalmente presente
nelle articolazioni sane
è pari a circa
10 milioni
di peso molecolare
(10 mil Dalton).

Certo,
l’osteoartrosi è e resta
una patologia cronica
e tale rimane.

“ Ma la visco-supplementazione con acido ialuronico

– ricorda il Prof. Tajana –

oltre a rimuovere
il dolore,
reintegra la perdita
causata dalla malattia
e può agire anche
sulla patogenesi
della malattia,
a condizione che
sia praticata correttamente
e con costanza”.

Purtroppo, fino a ieri,
il trattamento richiedeva
3-5 somministrazioni successive
nel corso
dell’anno.

” Infatti,
fino a un recente passato,
avevamo a disposizione
acido ialuronico
di peso molecolare
molto inferiore
a quello normalmente presente nel cavo articolare –

spiega il Prof. Tajana.

“ In altre parole,
la tecnica faceva
“il verso alla natura”,
con il risultato
di rendere necessarie
numerose applicazioni
per ripristinare
un’adeguata visco-elasticità”.

D’altra parte,
per avere successo, questo tipo
di intervento
deve essere effettuato
in assenza di sintomi,
cioè quando il paziente
non prova dolore.

Un protocollo, questo,
che viene frequentemente compromesso
da una
compliance insufficiente
del paziente:

se una persona
non sente dolore,
in genere
non si sottopone
di buon grado
a numerosi cicli
di una procedura medica sicura, ma delicata
come la somministrazione intraarticolare.

“Oggi, siamo in grado
di superare questi limiti.

Qual è la novità?
Che è stato realizzato
un acido ialuronico
dal peso molecolare simile
a quello che normalmente
viene prodotto in natura

– afferma il Prof. Tajana.

“ Si può dire, cioè
che si è riusciti
a riprodurre ciò
che la natura fa normalmente”.

Il risultato
è stato reso possibile
dall’impiego
di una innovativa metodica,
la tecnologia
NASHA
(Non Animal
Stabilized HA)
per la stabilizzazione
di un acido ialuronico
di sintesi di origine
non animale,
ma batterica,
che permette
di ottenere
un prodotto
di elevata purezza, sovrapponibile
a quello prodotto dall’organismo umano, annullando il rischio
di reazioni anafilattiche presente
in altri prodotti.

” Lo straordinario vantaggio
di questo prodotto
è che,
a differenza
degli altri preparati
fino a ieri disponibili,
è sufficiente praticare una sola infiltrazione l’anno
oppure dopo 8-9 mesi

– afferma il Prof. Tajana.

“ È una vera rivoluzione,
sia dal punto di vista biologico,
perchè abbiamo
a disposizione
una molecola di sintesi
equivalente
a una molecola naturale, sia dal punto di vista clinico,
perchè avere
a disposizione
acidoialuronico
NASHA
ci permette di pianificare un protocollo di trattamento
davvero efficace
ed estremamente
interessante
per il paziente”.

L’acido ialuronico prodotto con tecnologia NASHA,
è un dispositivo medico indicato nel trattamento
sintomatico dell’osteoartrosi
del ginocchio e dell’anca e, rispetto agli altri prodotti
fino a ieri disponibili,
presenta numerosi vantaggi:

è il primo
acido ialuronico
che permetta
un trattamento
in un’unica
somministrazione,
con minori disagi
per il paziente,
e che consenta una reale e prolungata viscosupplementazione.

Ed è efficace
sin dal primo giorno: non è, dunque, necessario
attendere
3 o 5 settimane
per ottenere l’eliminazione del dolore, riducendo così
il consumo di farmaci sintomatici
in attesa dell’effetto voluto.

E con una sola applicazione
e quindi una sola seduta ortopedica,
invece di 4-5 sedute
e relative infiltrazioni, l’acido ialuronico NASHA
permette di conseguire anche
un risparmio economico,
riducendo
sia pur lievemente
il costo annuo
del trattamento.